Blog del Panificio Chicco
sfondi




AnimazioneBottega Esterno negozio Interno negozio

Panificio Teresa e Claudio Chicco home page

Debito, crisi, denaro, guerre, Nuovo Ordine Mondiale...

La proprietà letteraria degli scritti riportati in questo sito è di Claudio Chicco, Via Rivalta, 3/b BEINASCO (TO), il quale ne permette la citazione di brani, citando fonte ed autore e NON ne permette il SUNTO, se non in una versione concordata con l'autore. Per questo fine usare l'apposito form " contatti". Gli articoli pubblicati nel sito possono essere non attendibili. Non mi assumo alcuna responsabilità per contenuto degli articoli di altri autori. La responsabilità dei testi e del loro contenuto è unicamente dei rispettivi autori. Eventuali commenti postati sono a responsabilità di chi li ha postati.
Questo sito NON viene aggiornato con regolarità periodica, per cui NON può essere considerato una testata giornalistica di informazione. Quello che viene espresso dall'autore è libera opinione dello stesso autore, garantita come diritto dall'Art.21 della Costituzione Italiana.

Blog del Panificio Teresa e Claudio Chicco

Benvenuti nella pagina "Centenario" del Panificio Chicco Claudio

Sentenari!

Lun-es 4 avril 2011

   I l'oma savù che nosta botega, "ël forn dël pont ëd pera", a l'è sentenaria. Adess a l'è 'd moda. A i è 'd boteghè che, pen-a rivà a son già antic. Ma noi i soma ëndait a ciamè aij vej 'd Non.[1]
   La storia a l'è lèst contà. Ën tal Supin Cesar, nà 'n tël 1885 a l'avia nosta botega 'n prëncipe dël '900; peui a l'ha pasala aij sòi matòt: Mario (1912), Antonio (1921) e Renzo (1922). A l'è staie almeno doe generassion ëd Supin, ma a l'è pa dìt ch'a sia staine anche 'd pi, prima dël Cesare dël 1885! Queiched'un a s'anvisa ch'a portavo 'l pan a cà con l'asnet e 'n caret.
   Dël '40 ò giù da lì a l'è rivaije Forgia (ël pare 'd Simon) e quand a l'è mort a l'è pasà a Simon.
   Quande Simon a l'è ëndà 'n pension a l'ha vendù a Mattiello Bruno, e dopo ch'a l'è mort Bruno a l'è pasà a sò fieul e a soa fomna, Lidia Cicconi.
   Costi ultim a l'han vendù a noiauti, 'n t'ël 1991.
   A son giomai vint ani che i soma noi, Teresa Lazzaro e Claudio Chicco.
   A fa lest a paseije i secoij, contand-la parej 'd presa!


      


Centenari!

Lunedì 4 aprile 2011.

   Abbiamo saputo che la nostra panetteria, "il forno del ponte di pietra", è centenaria. Oggi è di moda l'antico. Ci sono negozianti che, appena arrivati si fregiano già dell'aggettivo "antico". Ma noi ci siamo documentati presso i vecchi di None.[1]
   La storia non è lunga da raccontare. Un certo Cesare Supin, classe 1985, aveva la nostra panetteria ai primi del '900; poi l'ha passata ai suoi figli: Mario (1912), Antonio (1921) e Renzo (1922). Ci sono state almeno due generazioni di Supin, ma è possibile che ce ne fossero già prima di quel Cesare del 1885! Qualcuno ricorda che i Supin consegnavano il pane a domicilio con l'asinello ed un carrettino.
   Nel '40 o giù di lì è arrivato Forgia (il padre di Simone) e quando questi è morto è subentrato Simone.
   Quando Simone è andato in pensione ha ceduto l'attività a Mattiello Bruno, e dopo che questi è morto sono subentrati il figlio e la moglie, Lidia Cicconi.
   Questi ultimi hanno venduto a noi nel 1991.
   Sono ormai vent'anni che ci siamo noi, Teresa Lazzaro e Claudio Chicco.
   Scorrono in fretta i secoli, raccontandola così veloce!


  • [1]Fonte Amparore, confermato da Giovanna

Commenta questo articolo.

       Tengo molto ad avere commenti e riscontri, anche, soprattutto, da chi non concorda con quanto scrivo.
   Il fatto di dover inserire la mail non ti spaventi: NON SARAI PERSEGUITATO DA NESSUNA "MAILING LIST", ne' tantomeno, la tua mail sarà venduta a scopo commerciale ne' pubblicata.
       Ricordo brevemente le regole base di qualsiasi blog:
       Niente insulti e volgarità (verranno cancellati commenti di questo tipo!).
       Dopo aver premuto "INVIO", verrai reindirizzato ad una pagina nella quale devi postare le lettere delle immagini, per dimostrare di non essere un robot.
       Se tutto va a buon fine, verrai nuovamente reindirizzato alla pagina che hai commentato, con in fondo, dopo questo "form", il tuo nuovo commento.

Nome utente (Obbligatorio *)

Cognome
(Se vuoi apparire te stesso!)

Indirizzo email (Obbligatorio * - Tranquillo! NON verrà pubblicato.
La mail la devi mettere in ogni altro blog!)


Blog del Panificio Chicco Debito, crisi, denaro, guerre, Nuovo Ordine Mondiale...

La proprietà letteraria degli scritti riportati in questo sito è di Claudio Chicco, Via Rivalta, 3/b BEINASCO (TO), il quale ne permette la citazione di brani, citando fonte ed autore e NON ne permette il SUNTO, se non in una versione concordata con l'autore. Per questo fine usare l'apposito form " contatti". Gli articoli pubblicati nel sito possono essere non attendibili. Non mi assumo alcuna responsabilità per contenuto degli articoli di altri autori. La responsabilità dei testi e del loro contenuto è unicamente dei rispettivi autori. Eventuali commenti postati sono a responsabilità di chi li ha postati.
Questo sito NON viene aggiornato con regolarità periodica, per cui NON può essere considerato una testata giornalistica di informazione. Quello che viene espresso dall'autore è libera opinione dello stesso autore, garantita come diritto dall'Art.21 della Costituzione Italiana.